Un “fantasma” si aggira per l’Universo… alla scoperta del “Neutrino”

75_0

La copertina del libro

È dedicato ad una delle particelle più affascinanti dell’Universo il libro di Lucia Votano “Il fantasma dell’Universo”, dedicato al Neutrino. Il libro è stato selezionato per far parte della cinquina finalista del Premio Galileo 2016. Venerdì 11 marzo sarà possibile conoscere l’autrice e la sua opera nei due incontri in programma al Centro culturale Altinate San Gaetano di Padova. Al mattino l’incontro è riservato agli studenti degli istituti superiori, mentre il pomeriggio alle 18 l’incontro è aperto a tutti.

Il libro

Ben prima della luce, a un decimillesimo di secondo dal Big Bang, i neutrini sono apparsi nell’universo. Dopo un secondo il brodo primordiale si era raffreddato abbastanza da consentire loro di muoversi liberi e ancora oggi, dopo quasi quattordici miliardi di anni, sono numerosissimi. Ma che cosa sono i neutrini? Elusivi come fantasmi, camaleontici, viaggiano indenni attraverso la materia arrivando dritti sino a noi dagli angoli più remoti e nascosti dell’universo. Lucia Votano ci fa conoscere meglio queste particelle subatomiche seguendo i fisici che li studiano in laboratori sotterranei o in luoghi estremi come i ghiacciai polari o le profondità marine.

lucia-votano

Lucia Votano

L’autrice

Lucia Votano, 62 anni, calabrese, laureata in fisica, un figlio, dal 2009 (pochi mesi dopo il terremoto dell’Aquila) è la prima donna a dirigere i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Con una carriera tutta all’interno dell’IFN intervallata da soggiorno in Germania e al CERN, fa parte del Peer Review Committee” del coordinamento europeo per la fisica delle astro particelle (ApPEC). Oggi coordina circa mille fisici provenienti da tutto il mondo che lavorano a una ventina di grandi progetti tra i quali quello che ha portato a dimostrare, insieme al CERN di Ginevra, l’esistenza del bosone di Higgs.

 

Dieci anni di Premio Galileo

unnamedDieci anni di cultura, scienza, libri, divulgazione e in contri. In due parole, dieci anni di “Premio Galileo”. È da dieci edizioni che il Comune di Padova porta accompagna il grande pubblico a conoscerei temi più d’avanguardia della ricerca scientifica. E lo fa attraverso un premio internazionale che ogni anno vede confrontarsi i titoli di maggiore interesse nel vasto panorama della letteratura scientifica. Da due anni anche PLaNCK!, rivista di divulgazione scientifica per ragazzi curata da Accatagliato Associazione è tra i media partner del premio. Continua a leggere