1, 2, 3… PLaNCK! #NoiFUNDER35 – partiti!

Come i nostri fedeli sostenitori hanno avuto modo di sapere, il progetto PLaNCK! è stato selezionato tra i vincitori del bando Funder35. Ma come siamo arrivati fino a qui? E dove puntiamo ad arrivare? Ogni tanto è bene avere l’opportunità di fare un punto e potersi raccontare!

La nostra avventura comincia a Padova nel 2013, quando ci mettemmo a ragionare intorno all’idea di come comunicare la scienza a ragazIMG_8070zi, famiglie e insegnanti con un prodotto editoriale dinamico e articolato. Eravamo dottorandi, studenti universitari e lavoratori accomunati dall’essersi formati nella città di Galileo e dalla volontà di mettere insieme le nostre diverse competenze per un’idea che ci sembrava innovativa e convincente: dai diversi ambiti di partenza, scienza, insegnamento, grafica, giornalismo, abbiamo organizzato una redazione e fatto uscire il numero 0 di PLaNCK!. Nel frattempo abbiamo anche costituito la nostra associazione, Accatagliato, che si occupa di divulgazione, interdisciplinarietà dei saperi, e si rivolge a persone di tutte le età.

Nel 2014 è nata quindi “PLaNCK!”, la prima rivista italiana di divulgazione scientifica per ragazzi che racconta la scienza con articoli, fumetti, giochi, esperimenti e interviste ai protagonisti della ricerca scientifica – il tutto in due lingue, italiano e inglese, e con un fondamentale filo diretto e sostegno dell’Università di Padova.

Dopo i tre numeri del primo anno, e dopo i primi riconoscimenti, abbiamo iniziato a capire che il progetto aveva ampie potenzialità di essere apprezzato e diffuso. Abbiamo dunque deciso di cimentarci in una nuova impresa, quella di presentare il nostro progetto al bando Funder35, con l’obiettivo di consolidare PLaNCK! e dargli nuove forme per poter arrivare a un pubblico sempre più ampio e poter diffondere sempre di più scienza e ricerca.

marchi Funder35 RGB-25

Scrivere il progetto per il bando non è stato facile, ma ancora una volta il lavoro di gruppo ha avuto la meglio e ce l’abbiamo fatta. Per noi avere grazie al Funder35 la possibilità di mettere in campo risorse di cui non potevamo disporre precedentemente è un’opportunità di svolta sia per la rivista, sia per la nostra associazione: stiamo rendendo più efficienti gestione e amministrazione, e anche la qualità di PLaNCK! ne beneficerà… vedere per credere!

Ci trovate sul sito www.planck-magazine.it
e potete seguirci su Facebook alla nostra pagina www.facebook.com/planck.magazine

PK5_4676

Un “fantasma” si aggira per l’Universo… alla scoperta del “Neutrino”

75_0

La copertina del libro

È dedicato ad una delle particelle più affascinanti dell’Universo il libro di Lucia Votano “Il fantasma dell’Universo”, dedicato al Neutrino. Il libro è stato selezionato per far parte della cinquina finalista del Premio Galileo 2016. Venerdì 11 marzo sarà possibile conoscere l’autrice e la sua opera nei due incontri in programma al Centro culturale Altinate San Gaetano di Padova. Al mattino l’incontro è riservato agli studenti degli istituti superiori, mentre il pomeriggio alle 18 l’incontro è aperto a tutti.

Il libro

Ben prima della luce, a un decimillesimo di secondo dal Big Bang, i neutrini sono apparsi nell’universo. Dopo un secondo il brodo primordiale si era raffreddato abbastanza da consentire loro di muoversi liberi e ancora oggi, dopo quasi quattordici miliardi di anni, sono numerosissimi. Ma che cosa sono i neutrini? Elusivi come fantasmi, camaleontici, viaggiano indenni attraverso la materia arrivando dritti sino a noi dagli angoli più remoti e nascosti dell’universo. Lucia Votano ci fa conoscere meglio queste particelle subatomiche seguendo i fisici che li studiano in laboratori sotterranei o in luoghi estremi come i ghiacciai polari o le profondità marine.

lucia-votano

Lucia Votano

L’autrice

Lucia Votano, 62 anni, calabrese, laureata in fisica, un figlio, dal 2009 (pochi mesi dopo il terremoto dell’Aquila) è la prima donna a dirigere i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Con una carriera tutta all’interno dell’IFN intervallata da soggiorno in Germania e al CERN, fa parte del Peer Review Committee” del coordinamento europeo per la fisica delle astro particelle (ApPEC). Oggi coordina circa mille fisici provenienti da tutto il mondo che lavorano a una ventina di grandi progetti tra i quali quello che ha portato a dimostrare, insieme al CERN di Ginevra, l’esistenza del bosone di Higgs.

 

“Contro natura”, dagli Ogm al bio tra falsi allarmi e verità nascoste

copertina-500

La copertina del libro

Sarà il libro scritto a quattro mani da Dario Bressanini e Beatrice Mautino il primo dei cinque finalisti per il premio Galileo 2016 ad essere presentato al pubblico. L’incontro si svolge martedì 1 marzo all’auditorium del centro culturale Alitante San Gaetano. Allattino gli autori incontreranno gli studenti degli istituti superiori, mentre alle 18 la presentazione sarà aperta a tutti. Continua a leggere

Dieci anni di Premio Galileo

unnamedDieci anni di cultura, scienza, libri, divulgazione e in contri. In due parole, dieci anni di “Premio Galileo”. È da dieci edizioni che il Comune di Padova porta accompagna il grande pubblico a conoscerei temi più d’avanguardia della ricerca scientifica. E lo fa attraverso un premio internazionale che ogni anno vede confrontarsi i titoli di maggiore interesse nel vasto panorama della letteratura scientifica. Da due anni anche PLaNCK!, rivista di divulgazione scientifica per ragazzi curata da Accatagliato Associazione è tra i media partner del premio. Continua a leggere