Il 18 settembre si parla di scienza e letteratura con Telmo Pievani e Remo Ceserani

letteratura_scientifica

Cosa ci azzecca la scienza con la letteratura? Se ne discuterà al prossimo incontro organizzato da Accatagliato intitolato “Scienza in parole” e in programma il 18 settembre 2015 nella Sala dei Giganti in Piazza Capitaniato, a Padova.

A chiedersi se l’incontro tra scienza e letteratura è possibile saranno il prof. Remo Ceserani, docente e critico letterario, e il prof. Telmo Pievani, filosofo ed evoluzionista. L’incontro inizierà alle 17.30.

Spazio al teatro a partire dalle 21.15, quando andrà in scena “Il Delucidatore”, a cura dell’associazione “Abracalam” e ispirato alla figura di Pietro D’Abano, filosofo, medico e astrologo italiano nato ad Abano nel 1250.

L’iniziativa è finanziata con il contributo dell’Università di Padova sui fondi della Legge 3.8.1995 n. 429.

Tra scienza e letteratura si è sviluppato un rapporto estremamente proficuo, le cui interazioni sono molteplici. Ci sono infatti scienziati che hanno narrato le proprie esperienze, realizzando opere sospese tra l’autobiografia e la finzione; scrittori che hanno fatto della scienza il soggetto delle proprie opere, nelle quali è ravvisabile un esplicito intento informativo (si pensi, a questo proposito, a Flatlandia di Edwin Abbott Abbott, o ad Alice nel paese dei quanti di Robert Gilmore); e sono numerosi, infine, i grandi autori la cui produzione è stata riconoscibilmente segnata dalla fascinazione nei confronti del mondo scientifico, o da una formazione avvenuta prevalentemente in questo settore (solo per rimanere nella letteratura italiana del XX secolo si possono citare Primo Levi, Italo Calvino, Dino Buzzati, Carlo Emilio Gadda, Leonardo Sciascia).

Sembra particolarmente interessante, in un periodo in cui si discute della separazione tra i diversi ambiti disciplinari, e della loro rispettiva “utilità”, avere la possibilità di riflettere sugli esiti, in molti casi di grande valore, dell’armonica compresenza di istanze culturali diverse. L’incontro si propone di dare conto, almeno in parte, della ricchezza di questa positiva “interferenza” disciplinare, considerandone alcuni aspetti fondamentali.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...